Reclami alla pari, alla bambinaia e alla famiglia ospitante

Reclamo contro Gabriela, ragazza alla pari americana

Cerca tutte le ragazze alla pari, tate, famiglie ospitanti e agenzie per evitare truffe e situazioni potenzialmente abusive o illegali. Se hai mai avuto una brutta esperienza alla pari o tata e vuoi avvisare gli altri, puoi farlo pubblicalo qui gratuitamente.

GreatAuPair non indaga, arbitra o approva alcun post pubblicato in questo forum pubblico. Tutte le dichiarazioni sono rivendicazioni personali dell'autore. Gli autori si impegnano a risarcire e tenere indenne GreatAuPair, LLC e la sua gestione per eventuali reclami derivanti da qualsiasi contenuto o dichiarazione qui rappresentati. Nota che Sezione 230 della Communications Decency Act e il Digital Millennium Copyright Act (DMCA) protegge e immunizza gli operatori del sito Web dalla responsabilità per le pubblicazioni di terzi. Vedere Schneider v. Amazon.com. Devi accettare il nostro Condizioni d'uso prima di poter accedere e inviare reclami. Gli invii di reclami vengono esaminati manualmente e, se approvati, verranno pubblicati entro 5 giorni lavorativi, a partire dal quale riceverai una notifica via e-mail.

Si prega di inviare solo reclami di fatto basati sull'esperienza personale, in quanto GreatAuPair tenterà di escludere i reclami di natura molesta o diffamatoria.

Reclami alla pari Reclami della bambinaia Reclami della famiglia ospitante

commenta questo annuncio | Aggiungi elenco | ordina commenti per » quando » più recente

Denuncia   >> Inserito: 02 luglio 19 da Beryle nel New Jersey, Stati Uniti

Gabriela è stata assunta come governante e tata. Era molto brava con tutti gli aspetti delle pulizie e affidabile. Tuttavia non la consiglierei per l'assistenza all'infanzia. Le manca l'affetto e la pazienza per prendersi cura dei bambini. Ha un carattere terribile e l'ho licenziata dopo diversi avvertimenti sul suo temperamento con i miei figli. Non sentivo che i miei figli fossero al sicuro con lei. Inoltre, dopo averla licenziata, abbiamo scoperto che era disonesta e abbiamo preso la macchina che le avevamo permesso di usare nei suoi giorni liberi per viaggiare a New York, dopo che eravamo stati molto chiari sul fatto che non le era permesso guidare fuori dal New Jersey.

CHIUDI X